La giornata perfetta di un runner qualunque

La giornata perfetta per un runner è quella nella quale raggiunge un risultato insperato, che va oltre ogni sua aspettativa.

Noi podisti, chi più chi meno, siamo sempre alle prese con allenamenti e tabelle durante la settimana e gare quasi ogni domenica. Subito dopo aver concluso una gara ci concentriamo sulla successiva e così via. Anche quando ci prepariamo per una gara importante spesso non tutto va come sperato ed allora subito sotto con il prossimo impegno alla ricerca dell’obiettivo. Anche perché le variabili in gioco sono molte ed è difficile che tutte coincidano alla perfezione.

In realtà quindi di giornate “perfette”, quando tutto gira al meglio, le sensazioni provate ed il risultato finale ci soddisfano in pieno, sono veramente poche. Tutti noi l’abbiamo vissuta almeno una (spero), ed in quei momenti, la soddisfazione veramente ti ripaga di tutto l’impegno che si è messo nel raggiungere il proprio obiettivo.

Perché diciamo la verità, la nostra passione per questo sport è grande, ma lo sono anche i sacrifici che ci fa fare. Non sempre e non tutti siamo disposti a farli. Ci sono periodi in cui il lavoro e gli impegni quotidiani lasciano poco tempo da dedicare al nostro hobby,  poi ci sono gli imprevisti che purtroppo la vita ogni tanto riserva a tagliare le gambe. Ma se veramente ci anima la passione per la corsa, prima o poi si troverà sempre un piccolo spazio da dedicargli, e la voglia di riprendere a correre l’avrà sempre vinta.

Questo era il mio obiettivo per il 2017: correre una mezza maratona in 100 minuti, un’ora e quaranta minuti. Un obiettivo per moltissimi di voi banale, ridicolo, ma come ormai siamo abituati a leggere da chi scrive sul mondo della corsa, ognuno corre contro se stesso, ed ha i propri obiettivi. Anche perché chi di noi corre per vincere o per competere con i primi, è veramente in minoranza, una percentuale minima rispetto a tutto il mondo delle gare amatoriali.

Non pensavo di realizzarlo così presto, anche se i tempi e le sensazioni delle ultime uscite in allenamento davano segni di un certo miglioramento.

Ma è proprio quando meno te lo aspetti che arriva quella che subito dopo aver tagliato il traguardo, quando il sangue riprende ad affluire anche alle zone periferiche del corpo e soprattutto alla testa, che realizzi che hai appena vissuto la giornata perfetta.

(per chi ha voglia di leggerli, i dettagli li trovate qui.)

 

 

Annunci

2 pensieri su “La giornata perfetta di un runner qualunque

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...